Donna moderna
Arredare

La Panton Chair: un mito del design! 

Una seduta tutta d'un pezzo, una linea continua nello spazio! La Panton Chair prende nome dal suo progettista, che ha faticato per farla produrre ma che poi ha raggiunto il successo assoluto


Forse è l'icona delle icone: una virgola nello spazio. Un lenzuolo materico, quasi una sedia fantasma. O meglio ancora, una sedia in abito lungo, sinuosa e senza tempo come la silhouette e il fascino di una diva.

La Panton Chair è realizzata con un unico stampo ed entra prepotentemente nel mercato a partire dal 1967, prodotta da Vitra. Un grande successo per la versatilità (si adatta ad ambienti moderni e classici), per l’innovazione nei materiali e per la possibilità di varie colorazioni. Come tutte le icone ha una storia quasi eroica che narra di Marianne e Verner Panton in giro per l’Europa con il prototipo della sedia nel baule dell’auto, fino all’incontro con Willi Fehlbaum di Vitra, il primo a credere nel visionario progetto.
Ci vorranno quasi dieci anni per arrivare alla produzione. E come per tutte le icone, ne è decisamente valsa la pena.

La curiosità
Questa meravigliosa sedia a un certo punto, verso la fine degli Anni ’70, subisce un arresto nella produzione. Era troppo costoso produrla e il materiale si deteriorava. Vitra però non cestina l’idea e negli Anni ’80 grazie al nuovo procedimento di stampa con schiuma poliuretanica rilancia Panton verso nuovi successi, con nuove possibilità cromatiche, mantenendola identica nella forma iconica

Anno di progettazione: 1959
Anno di produzione: 1967
Produttore: Vitra  (www.vitra.com  - www.molteni.it)
Materiali: polipropilene oppure schiuma poliuretanica
Curiosità: Verner Panton ha lavorato per 10 anni a questo progetto
Successo: nel 1995 ottiene la copertina di Vogue Inghilterra
Prezzo: da euro 244 in polipropilene; da euro 1.151 in schiuma poliuretanica
 
Testi

Giorgio Tartaro

Ti potrebbe interessare