Donna moderna
Idee e tendenze

Come scegliere le luci giuste per ogni stanza

Non c'è niente di più importante che scegliere le luci giuste per ogni ambiente della casa. E non c'è niente di più difficile! Abbiamo chiesto a Davide Groppi, light designer, di... illuminarci

Famoso per le sue lampade ‘grafiche’ che trasformano la luce in linee e punti e la portano esattamente dove deve arrivare, Davide Groppi ha iniziato a inventare, costruire e vendere lampade nel 1988. Con la sua esperienza di light designer, qui ci aiuta a illuminare in modo corretto ogni stanza della casa.

La luce può valorizzare uno spazio mediocre, ma anche viceversa. Perciò va usata e amata con attenzione

Davide Groppi, light designer » davidegroppi.com

Come si crea atmosfera con la luce?

«La luce non è una scienza esatta. Io posso dare solo la mia visione personale. Penso che luce non significhi solo ‘fare luce’, ma anche raccontare una storia. Una storia fatta certamente di ‘visione’, ma anche di seduzione, mistero ed emozione».

Per gli interni, dopo tanto bianco c’è un ritorno al colore. Anche per la luce c’è una nuova tendenza?

«Credo che l’arrivo dei diodi luminosi abbia rivoluzionato il mondo di chi si occupa di illuminazione. Una tendenza può essere quella legata alla riduzione delle fonti e quindi, sotto un certo punto di vista, alla ‘invisibilità’ e alla magia delle lampade».

Quali sono i punti luce che non devono mancare?

«A me piace la luce sulle soglie, sui percorsi e sui tavoli. Mi piace definire le gerarchie degli spazi e delle funzioni con la luce. In un mio progetto non possono
mai mancare questi concetti».

Come si progetta l’illuminazione di una stanza?

«Considerando le destinazioni del luogo e cercando, con semplicità, di fare quello di cui si ha bisogno. È quasi banale. Bisogna illuminare solo o in modo particolare ciò che lo necessita».

Quali sono le nuove tendenze in fatto di luce?

«Come dicevo prima, oggi si cerca di utilizzare la luce in senso foto-grafico. Ovvero come scrittura e segno tracciato con la luce».

In che modo la luce può cambiare gli ambienti?

«Può drammaticamente rovinare un luogo se sbagliata o salvarlo se ben pensata. Occorre sperimentare».

Led e fluorescenza come convivono?

«Dipende da tanti aspetti, soprattutto tecnici. Direi che bisogna combinarne le tonalità e le intensità».

Come capire se un tipo di illuminazione è adatto alla nostra casa?

«Quando capiamo che è la luce di cui abbiamo bisogno. Quella che ci fa sentire bene quando entriamo in una stanza. Si può fare la prova nelle case degli altri: gli ambienti in cui ci si sente a proprio agio sono una guida, un esempio da copiare».

Qual è l’errore da evitare progettando l’illuminazione di una stanza?

«Non considerare le reali funzioni dello spazio. La luce va progettata in base ai bisogni e messa nei punti in cui ci serve davvero. E non deve ‘offendere’, infastidire».

Luce diretta, luce diffusa e luce indiretta: come si integrano?

«Per me sono gli ‘stati fondamentali della luce’. Sono gli ingredienti con i quali si creano tutti gli scenari, quelli che mi permettono di cercare la verità e quindi la bellezza».

Testi

Alessandra Barlassina

Foto

Living Inside

Tag luce

Ti potrebbe interessare