Donna moderna
Cucina

100 trucchi per organizzare la cucina

La nostra guida per avere una cucina ordinata, organizzata e super funzionale!

La cucina deve essere ordinata, organizzata e funzionale. Come raggiungere l'obiettivo? Ne abbiamo discusso in redazione e abbiamo messo a punto questa GUIDA con ben 100 CONSIGLI PRATICI e, nella gallery, tanti accessori furbi. Ognuno, in redazione, ha dato il suo contributo, perché ci sono cose che a qualcuno sembrano ovvie e banali ma che per qualcun'altro, invece, sono l'uovo di Colombo... Insomma, c'è sempre da imparare! Quindi ecco la nostra mega-lista. E se ci sono trucchi che usi e noi non abbiamo elencato, mandaceli e li aggiungeremo. Poi fotografa le tue soluzioni per lo storage in cucina e mandacele via Facebook e Instagram con l'hashtag #cucinainordine.
1] QUANTE VOLTE LO USI? DISPONI GLI OGGETTI SECONDO LA FREQUENZA D'USO.
2] Ciò che utilizzi ogni giorno più volte va in vani che puoi aprire senza piegarti o con poco sforzo.
3] Le cose che usi raramente possono stare nei ripiani più alti o in cestelli o contenitori di legno o plastica tutti uguali sopra i pensili.
4] Se hai una base da 4 o 5 cassetti, usa quelli in alto per le posate da cucina, i coltelli, il pelucchino, il pelapatate, le forbici, le grattugie, la mandolina…
5] I cassetti medi e bassi sono per le tovaglie o le tovagliette all’americana di uso quotidiano e i tovaglioli.
6] Tieni i cucchiai di legno a vista in un porta-cucchiai o nel cassetto più vicino ai fuochi.
7] Tieni i coltelli appesi a una barra magnetica o infilati in un ceppo.
8] Tieni i mestoli appesi a una sbarra oppure nel primo o secondo cassetto.
10] Se tieni i coltelli nei cassetti usa sempre il coprilama per evitare di tagliarti e preservare il filo della lama.
11] L’olio che usi per cucinare può stare a vista in una bottiglia accanto ai fuochi o in un ripiano subito sopra.
12] L’olio di riserva va conservato in un luogo fresco e buio; vicino al piano di lavoro tieni solo una bottiglia per uso quotidiano.
13] Tieni un barattolo di sale grosso e uno di sale fine accanto ai fuochi o nel ripiano sopra la cappa.
14] Tieni sale grosso e sale fine in contenitori facili da aprire con una sola mano: cucinando sarà più comodo e se hai le mani sporche ti basterà toccarli con un gesto minimo.
15] APPLICA LA REGOLA SIMILI CON SIMILI.
16] Evita di creare cassetti o armadietti eterogenei in cui è difficile trovare le cose e tenerle in ordine.
17] Non mescolare nello stesso cassetto coltelli e oggetti taglienti con cucchiai e attrezzi senza lama.
18] Crea cassetti con utensili omogenei: sarà più facile trovarli quando ti servono e riporli dopo che li hai lavati.
19] Se sei costretta a mettere cucchiai di legno mestoli e oggetti taglienti nello stesso cassetto, separali con un divisorio.
20] Dividi i contenitori da frigorifero di vetro da quelli di plastica.
21] Per i contenitori di plastica puoi risparmiare spazio così: impila in ordine di grandezza i contenitori, infilandoli uno nell’altro, e raggruppa insieme i coperchi, che puoi tenere in verticale infilati in uno dei contenitori.
22] Se hai utensili particolari come sbuccia ananas, detorsolatore, denocciolatore, pinza per le polpette, monta latte, ecc. puoi raggrupparli in una scatola o in un vaso da tenere a vista.
23] Tieni vicini tazze, tazzine, piattini da dessert, ciotoline da frutta: spesso si usano insieme e così  ti risulterà più facile apparecchiare e servire in tavola.
24] Nell’armadietto sotto il lavello dividi e raggruppa i detersivi per tipologia d’uso: per la lavastoviglie, sgrassatori, vetri, acciaio.
25] Ordina la dispensa come l’armadio: non metteresti insieme scarpe e magliette, giusto? Usa un criterio analogo e dividi per tipologie anche i cibi.
26] RIDUCI LE DISTANZE, ovvero metti gli utensili il più vicini possibile all’area di lavoro in cui li utilizzi.
27] Il vano o cestone che contiene piatti e bicchieri deve essere vicino alla lavastoviglie: per svuotarla ti basterà fare movimenti minimi.
28] Pentole e padelle vanno nei cestoni o negli armadietti più vicini ai fornelli.
29] Metti le pentole più pesanti nel cestone più in alto, così sarà meno faticoso sollevarle ed estrarle.
30] Separa le padelle con dei ‘salvapadelle’ in panno, feltro o cartone (puoi comprarli o realizzarli tu): eviterai di rovinarle e potrai rimetterle in ordine più in fretta senza fare eccessiva attenzione agli urti.
31] Colapasta e centrifuga per l’insalata possono stare in un armadietto vicino al lavandino.
32] Piatti e bicchieri vanno nel cestone o nel pensile più vicino alla lavastoviglie.
33] Gli strofinacci devono essere a vista e facili da afferrare.
34] Se hai la cucina grande, metti più di un gancio per gli strofinacci, uno vicino al lavello, uno vicino ai fuochi o all’area di lavoro.
35] Tieni i taglieri vicini all’area di lavoro, appesi alla parete o raggruppati in verticale dentro una base o un pensile.
36] Tieni le spezie vicino ai fornelli, meglio se a vista: ti verrà in mente con maggiore facilità di usarle.
37] Organizza le spezie a seconda dell'uso che ne fai: quelle che usi più spesso tienile a portata di mano, mentre quelle più particolari potranno stare in fondo. Se invece ne usi sempre molte, mettile in ordine alfabetico.
38] Le spezie stanno meglio in contenitori di vetro che di plastica. Puoi usare dei barattolini di vetro da raggruppare in una mensola all’interno di un’anta.
39] Se usi frequentemente un’erba aromatica, tienine un vasetto sul piano lavoro, ti permetterà di avere sempre qualche fogliolina fresca.
40] Se non hai le piantine di aromatiche, conserva gli aromi freschi che compri (basilico, rosmarino, prezzemolo) in un vaso con l’acqua vicino al piano lavoro.
41] Se non puoi tenere i piccoli elettrodomestici a vista, dedica loro una base e applica un cestone estraibile nella parte bassa in modo da lasciare l’altezza necessaria. Lì potrai raggruppare frullatore, tritatutto, centrifuga, planetaria, ecc. In alto ti resterà lo spazio per una mensola o per un altro vano estraibile per i loro accessori.
42] Vicino ai fuochi devi tenere le presine ben in vista: quando servono non si ha il tempo di cercarle. Puoi appenderle o, se non ti piacciono a vista, tenerle dentro un vaso di terracotta in cui puoi infilare anche i cucchiai di legno.
43] ORDINA LA CUCINA COME SE FOSSE UN ARCHIVIO.
44] Se hai una cassettiera con tanti cassettini di piccola misura, dedicane ognuno a un tipo di contenuto: cucchiai di legno o di plastica, tappi e clips, accessori del tritatutto, tovaglioli di carta, ecc. e scrivi il contenuto su un’etichetta.
45] Se in casa avete abitudini alimentari diverse, scrivi i nomi di ogni membro della famiglia sui contenitori in plastica in cui riponi i cibi in frigorifero.
46] Se ogni cibo secco (riso, pasta, granaglie, frutta secca, ecc.) ha un suo contenitore trasparente saprai sempre cosa hai in casa e quando devi ricomprare: eviterai sprechi e acquisti inutili.
47] Trasferisci la pasta e il riso in barattoli trasparenti: il tempo che impieghi per farlo quando torni dalla spesa lo riguadagni ogni volta che, cucinand,o non dovrai rovistare fra i pacchetti.
48] Ritaglia il tempo di cottura di pasta e riso e inseriscilo nei barattoli.
49] Tenere pasta e riso nei barattoli permette di avere tutto sott’occhio, evitando di dimenticare dei rimasugli in fondo alla dispensa.
50] Tenere pasta e riso nei barattoli aiuta a tenere lontane le farfalline.
51] Tenere pasta e riso nei barattoli ti facilita quando devi compilare la lista della spesa, perché vedi subito cosa ti manca e cosa sta per finire.
52] Scegli barattoli il più possibile uguali fra loro: così sarà più facile impilarli o raggrupparli.
53] Se usi frutta secca, semi da mettere sulle insalate o nello yogurt, raggruppali in vasetti di vetro tutti uguali. Vedere cosa contengono e a che punto sono di consumo ti aiuterà a tenere la scorta sempre aggiornata.
54] Se usi farine di tipi diversi (grano duro, grano tenero 0 o 00, integrale, gialla, ecc.) mettile in barattoli di vetro e su ognuno attacca un’etichetta con il nome.
55] Organizza gli alimenti secondo la data di scadenza: davanti quelli che scadono prima, dietro gli altri.
56] PER MOLTIPLICARE LO SPAZIO... SUDDIVIDILO!
57] Cerca di suddividere gli spazi interni: un cestone largo cm 60 o cm 90 si sfrutta molto meglio se all’interno lo frazioni con dei cestini più piccoli.
58] Nelle basi profonde cm 60 inserisci dei cestoni o ripiani estraibili di metallo o legno per poter tirare fuori il contenuto e vederlo facilmente.
59] In una base profonda cm 60 ci stanno 3 o 4 cestoni estraibili alti da 15 a 20 cm. Destina ognuno a un tipo di oggetto (insalatiere e ciotole di portata; contenitori per il frigorifero; cibi in scatola; granaglie e farine; dolciumi e ingredienti per dolci; tutto l’occorrente per la colazione). Trovi alcune idee nella gallery!
60] Nei pensili profondi cm 60 inserisci delle mensole per suddividere il contenuto a diverse altezze e profondità. Trovi alcune idee nella gallery!
61] Per raggruppare vassoi, piatti di portata, teglie puoi inserire dentro a un pensile una sbarra di ferro o di metallo orizzontale 10/20 cm di distanza dal fondo: dietro la barra ordinerai in verticale, dal più grande al più piccolo, vassoi e piatti di portata. Così occuperanno meno spazio e sarà più facile estrarli.
62] Un’altenativa per vassoi e piatti: dividi lo spazio dei pensili con dei divisori di legno verticali, creando vani alti e stretti in cui stivare gli oggetti piatti e grossi.
63] SFRUTTA LO SPAZIO AL CENTIMETRO.
64] Destina i vani contenitori più profondi ai piccoli elettrodomestici e quelli meno profondi alla dispensa degli alimenti.
65] Per la dispensa bastano armadietti poco profondi: in cm 20/25 di profondità puoi ‘stoccare’ comodamente tutti gli alimenti.
66] Gli strofinacci occupano meno spazio se li tieni in un cassetto arrotolati in piccoli cilindri.
67] Un angolo morto tra il frigorifero e la parete può ospitare le scope o una piccola scala pieghevole: se è largo almeno cm 20 puoi chiuderlo con un’antina fatta su misura.
68] Se ami tenere le cose a vista, usa le pareti: su una sbarra con ganci puoi tenere mestoli, taglieri e padelle piccole.
69] Se ami tenere le cose a vista, puoi appendere i taglieri e altri utensili alla pareti anche con semplici chiodi, facendone un motivo decorativo.
70] Se ti piacciono le cose a vista, usa un pegboard da attrezzare con piccole mensole e ganci con cui appendere gli utensili.
71] Se hai paura che tenere molte cose a vista dia alla cucina un aspetto disordinato, cerca di puntare sui colori: se, per esempio, dipingi la parete con un colore scuro e appendi una barra di metallo, tutto quello che appenderai non spiccherà, ma creerà un effetto décor raffinato.
72] Se vuoi che tutto sia al chiuso, sfrutta il lato interno delle antine: puoi appendere i mestoli, gli appositi porta coperchi, delle micromensole per i condimenti, lo zucchero, il miele.
73] Il vano sotto il lavello si sfrutta meglio se lo attrezzi con un cesto della spazzatura estraibile.
74] Nel vano sotto lavello sfrutta la parte alta appendendo dei cestini porta spugne e porta sapone per i piatti.
75] Una mensola nel vano sotto il lavello può contenere i rotoli dei sacchetti della spazzatura: basta appenderla a 5/8 cm dalla parte alta del vano.
76] All’interno dell’anta sotto il lavello appendi dei gancini a cui attaccare le spugnette e i panni in microfibra ben strizzati.
77] Con dei gancini appesi sotto una mensola a vista o in un armadietto, puoi creare uno spazio ad hoc per tazze e tazzine appese.
78] RAGGRUPPA, NON AMMUCCHIARE.
79] Fai in modo che il contenuto dei cassetti sia tutto visibile contemporaneamente appena apri.
80] Nei cassetti delle posate usa sempre dei divisori.
81] Se hai oggetti lunghi, dividi i cassetti con dei divisori in diagonale, così avrai vani più lunghi.
82] Non scegliere divisori per posate troppo dettagliati, altrimenti rischi di non riuscire a utilizzarli.
83] Separa scatolame e cibo in barattoli o bottiglie da quello in scatole di cartone o in sacchetti.
84] Se hai la dispensa divisa in più armadietti, destinane uno ai cibi salati e uno ai dolci.
85] Se hai utensili per preparazioni speciali, mettili insieme in una scatola: per esempio gli strumenti per il cake design o l’occorrente per preparare i dolci (sac à poche, formine per biscotti, stampi per cioccolatini, candeline di compleanno, ecc.).
86] Crea degli angoli funzionali. Per esempio, se hai la macchinetta per il caffè, attrezza il più vicino possibile un vano con tutto l’occorrente per la colazione (fette biscottate, marmellate, biscotti, zucchero, tazzine, ecc.).
87] Conserva i sacchetti di plastica ripiegati in piccoli triangoli dentro un cilindro di cartone di quelli porta poster.
88] Raccogli in piccole scatole da inserire in un cassetto le clip chiudi-sacchetti, gli elastici e le pinze.
89] Se non ti bastano i vani contenitori della cucina, attrezza un carrello. L’ideale è dedicarlo a una funzione in particolare: porta condimenti, spezie, erbe aromatiche; oppure tutto il necessario per la colazione; o ancora l’occorrente per tè e merende o i liquori.
90] NON TUTTE LE COSE DI CUCINA VANNO IN CUCINA.
91]
I piccoli elettrodomestici che usi una volta ogni tanto (per es. gelatiera, macchina per tirare la pasta, fornetti tipo Versilia, tritaghiaccio, ecc.) possono stare in un ripostiglio o nella parte alta dei pensili.
92] Le tovaglie che non usi tutti i giorni possono essere riposte in una stanza diversa dalla cucina, per esempio in un cassettone dove riponi anche le lenzuola.
93] I bicchieri belli, i calici da vino o da spumante che usi solo ogni tanto possono stare in un mobile in soggiorno.
94] Vale anche la regola contraria: in cucina è utile tenere cose ‘non da cucina’: per esempio una scopa, una scopina e una paletta. Se sono piccole, lo spazio ideale è sotto il lavandino; la scopa lunga puo stare appesa alla parete: se la scegli bella, sarà anche decorativa.
RENDI PIÙ FUNZIONALE LA CUCINA CON TRUCCHI FAI-DA-TE.
95] Per tenere in ordine e ben visibili i detergenti con lo spruzzino, fissa una barra orizzontale nell’anta sotto il lavandino (tipo quelle per i vestiti) e appendi gli spruzzino per il ‘becco’.
96] Un contenitore per documenti applicato all’interno di un’anta è perfetto per tenere i rotoli di carta forno, pellicola, carta stagnola.
97] Sul lato interno di un’antina applica il numero telefonico dell’assistenza guasti degli elettrodomestici e dell’idraulico di fiducia.
98] Lascia, dentro la dispensa o appesi a un’antina, un bloc-notes e una matita per annotare ciò che ti manca. Fare la lista della spesa poco per volta è più comodo.
99] Lascia a vista e a portata di mano un contenitore di vetro o una tortiera con la cloche trasparente piena di frutta secca: è uno snack salutare ed è bello da vedere.
100] INFINE... Lascia almeno un cassetto o una scatola ‘free’ in cui raccogliere oggetti eterogenei che non rientrano in nessun gruppo: non c’è stanza veramente ordinata senza il suo piccolo ‘angolo del disordine'!

Ti potrebbe interessare