Donna moderna
Cameretta

Arredare la cameretta Montessori (da 2 a 6 anni)

Una pedagogista esperta del metodo Montessori spiega come progettare e arredare la cameretta del bambino da 2 a 6 anni, la fase dell'autonomia

La fascia di età da 2 a 6 anni è il momento dell’autonomia. Nella cameretta servono mensole per avere libri e giochi a portata di mano (tenere in ordine aiuta a crescere!), un angolo dei travestimenti e una casetta-rifugio dove il bambino può ‘ricaricare le batterie’.

 

Come progettare la cameretta dopo i 2 anni

Via via che il bambino cresce, la cameretta cambia con lui. «Lo spazio per i giochi e i libri aumenta e lui diventa sempre più autonomo» spiega la pedagogista Lorella Boccalini. «Ecco perché Maria Montessori prediligeva le mensole al posto dei cestoni, nei quali è più difficile trovare qualcosa senza l’aiuto dei grandi. Importante anche un tavolino con un paio di seggioline e, lì accanto, una mensola con le scatole per la colla, le forbicine, i colori: questi sono gli anni in cui si ama moltissimo creare e costruire. L’importante è che tutto sia in ordine, non per una questione di eleganza, ma perché ordine e ritualità aiutano i bambini a collocare in modo ordinato anche tutte le informazioni che ricevono ogni giorno». Lo specchio ora può essere usato per giocare ai travestimenti: ai bambini piace far finta di essere qualcun altro, non per esibirsi davanti ai genitori,
ma per osservare come cambia il loro corpo; bisogna permettergli di pescare tra cappelli, gilet, vecchi vestiti o pezzi di stoffa riposti in una scatola ad hoc. Tra 2 e 6 anni è anche il momento dei primi strumenti musicali a percussione, veri o costruiti con materiali di recupero: due legnetti, le maracas, un triangolo. Il loro suono (come il semplice battito delle mani) dà la possibilità di ascoltare e modulare l’estensione del ritmo interiore dato dal battito del cuore».

Nella cameretta serve una casetta-rifugio

Perché ai piccoli piace ogni tanto nascondersi in una tana tutta loro? «Possono essere due sedie con un lenzuolo oppure casette o teepee di quelli in commercio, ma la loro funzione è la stessa: offrire al bambino un rifugio, un nascondiglio dove raccogliersi lontano dagli occhi degli adulti» dice la pedagogista. «In genere i bambini ci stanno qualche minuto, senza far niente o a guardare un libro, e poi escono per nuove esplorazioni».

 

Scopri come arredare la cameretta Montessori per bambini da 0 a 2 anni e da 6 a 10 anni

 

Testi

Silvia Calvi e Elena Cattaneo

Ti potrebbe interessare