Donna moderna
Bagno e lavanderia

Come ridurre i consumi d'acqua

L'obiettivo? Consumare il giusto, cambiando abitudini e aiutandoci con i rubinetti e sanitari a risparmio!

Si può iniziare a risparmiare acqua stando attenti a piccoli accorgimenti:

1 sprechi causati da impianti difettosi, che vanno subito riparati. Considera che da un rubinetto trascurato che gocciola se ne vanno dai 4 ai 12 litri all’ora e che le incrostazioni di calcare nei circuiti idraulici di lavastoviglie e lavatrice rendono meno efficaci i detersivi e lasciano aloni sulle stoviglie e macchie, costringendoci così a consumare altra acqua per rimuoverli. In quest’ultimo caso, la soluzione è adottare un ‘addolcitore’ che renda meno dura l’acqua di casa nostra;

sprechi imputabili invece alle nostre cattive abitudini: considerando, per esempio, che con i 120 litri usatiper riempire la vasca potremmo fare tre docce e risparmiare fino a 30.000 litri all’anno o che con l’acqua di cottura della pasta, ricca di amido naturalmente sgrassante, potremmo prelavare i piatti unti, risparmiando il 40% d’acqua. Niente male, no? 

RUBINETTI
Se pensiamo che più cresce il nostro consumo idrico più le tariffe al metro cubo dell’acqua aumentano, dev’esserci subito chiaro che un rubinetto che eroga 8-12 litri al minuto è inefficiente e dispendioso. Meglio sostituirlo con uno dei nuovi eco-miscelatori dotati di limitatori di flusso, speciali ugelli, cartucce e aeratori, pensati per ridurre l’erogazione a 3,5-5 litri al minuto, con risparmi che a volte superano il 60%. L’asso nella manica di questi rubinetti? Il rompigetto che, integrato all’uscita del miscelatore, arricchisce l’acqua con aria, limitando l’erogazione e rendendo il getto più ‘morbido’ e pieno.   

SANITARI
L'utilizzo consapevole dell'acqua, passa anche attraverso l’uso di sanitari a ridotto consumo idrico, come i vasi che, grazie a conformazioni particolari e a placche di risciacquo a doppia portata, oggi richiedono da 3 a 6 litri per lo scarico che, rispetto ai classici 9 litri, porta una famiglia di 4 a risparmiare anche 17.000 litri all’anno. Ma la vera rivoluzione viene dal vaso dotato di una doccetta intima dalla portata di soli 1,5 litri al minuto: protetta quando non è in uso e perfettamente igienizzata, integra così anche la funzione di bidet garantendo il massimo risparmio idrico.  
Testi

Paolo Manca

Ti potrebbe interessare